Ricerca

PREMI INVIO PER CONTINUARE LA RICERCA

È necessario effettuare il login per accedere a questa sezione.
risparmio energetico
risparmio energetico

Bonus tende da sole 2020: tutte le novità sulla proroga degli incentivi fiscali

Scroll down
14 January 2020  |  © Pronema
2020-01-14
Approvata in Parlamento la proroga delle detrazioni fiscali per interventi a favore di risparmio energetico e ristrutturazione.

Si rinnovano, fino al 31 dicembre 2020, gli incentivi fiscali. Le detrazioni riguardano l’efficienza energetica (Ecobonus del 50 e del 65%) e le ristrutturazioni edilizie degli immobili residenziali (Bonus Casa del 50%).
In altre parole, la Manovra di Bilancio ha confermato, con le stesse modalità previste nel 2019, l’impegno dello Stato nel sostenere il miglioramento del patrimonio edilizio esistente, con uno sguardo rivolto soprattutto agli interventi ecosostenibili capaci di generare un effettivo risparmio energetico nelle tasche dei contribuenti e a favorire la tutela dell’ambiente.



Le schermature solari, i sistemi oscuranti e i serramenti esterni continuano quindi a godere per l’anno 2020 del recupero fiscale del 50% per tutte le spese sostenute (fino a 60.000 euro per unità immobiliare).



Con la Legge di Bilancio 2020 (n. 160 del 27.12.2019) vengono introdotte anche alcune novità. Vediamole di seguito.


Bonus facciate
Debutto il Bonus facciate ed è valido fino a fine anno. Si tratta di uno strumento di agevolazione fiscale dedicato al recupero o al restauro delle facciate esterne degli edifici esistenti, posizionati nella zone urbane omogenee A e B (ossia nei centri storici e nelle zone maggiormente edificate). Il Bonus facciate, con l’obiettivo di dare un volto rinnovato alle aree urbane, permette la detrazione fiscale del 90% delle spese sostenute per gli interventi, eseguiti esclusivamente sull’involucro esterno opaco (i serramenti e le schermature solari sono quindi ingiustamente esclusi e penalizzati).
Le opere ammesse al beneficio fiscale sono la tinteggiatura e/o la pulitura degli strati superficiali esterni delle pareti perimetrali, inclusi balconi, fregi e motivi ornamentali. La detrazione è da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, mentre non è stato fissato un limite di spesa ammissibile.
È utile a tal proposito evidenziare che il vigente DM 26.06.2015 prevede che, qualora l’intervento di rifacimento della facciata riguardi anche strati influenti dal punto di vista termico o interessi il rifacimento dell’intonaco per una superficie superiore al 10% della superficie lorda complessiva dell’involucro termico, diventa necessario rispettare i requisiti minimi di prestazione energetica, che di fatto impongono la realizzazione di opere di isolamento termico, con trasmittanza minima verificata da un tecnico abilitato.
Anche in questo caso si tratterebbe comunque di opere per le quali è prevista la detrazione, al 65%, delle spese sostenute.
Occorrerà attendere la pubblicazione dei decreti attuativi e gli eventuali chiarimenti pubblicati dall’Agenzia delle Entrate per dipanare i dubbi sulla sua corretta applicazione.

Sconto in fattura

Un’altra novità della Manovra di fine anno riguarda il drastico ridimensionamento dell’art. 10 del DL Crescita, che lo scorso anno aveva suscitato numerose polemiche e proteste da parte della medio e piccola imprenditoria e degli artigiani. Si tratta del cosiddetto sconto in fattura, o credito d’imposta, che dal 1° gennaio 2020 il contribuente potrà richiedere, in alternativa all’Ecobonus, esclusivamente in caso di “ristrutturazioni importanti di primo livello” (così come definite dal DM 26.06.2015) eseguite sulle parti comuni dei condomìni e che prevedano un importo dei lavori non inferiore a 200.000 euro.
Ricordiamo che per “ristrutturazione importante di primo livello” s’intende un intervento complesso che interessi almeno il 50% della superficie disperdente dell’edificio e la contemporanea ristrutturazione dell’impianto termico dedicato alla climatizzazione dell’intero edificio.

Bonus casa per manutenzione straordinaria

Anche il Bonus casa dedicato alla manutenzione straordinaria degli immobili residenziali (e alla manutenzione ordinaria dei condomìni) è stato prorogato fino al 31 dicembre 2020 alle stesse condizioni del 2019. L’agevolazione prevede la detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute (fino a € 96.000, Iva inclusa), da ripartire in dieci rate annuali.



Approfondimenti

Per saperne di più sulle regole per l’accesso alle detrazioni consigliamo la consultazione della nostra GUIDA AGLI INCENTIVI STATALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO.
Nel catalogo Pronema sono inoltre presenti diversi dispositivi dedicati al miglioramento delle prestazioni dell’involucro degli edifici e per i quali è possibile accedere ai benefici fiscali: tende da sole, veneziane, frangisole, tapparelle e monoblocchi termoisolanti.

Articolo di Alessandro Palazzo

​Architetto, consulente energetico CasaClima, esperto in riqualificazione energetica degli edifici. È professore presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano.

ALTRI ARTICOLI
IN EVIDENZA AGGIORNAMENTI APPROFONDIMENTI RISPARMIO ENERGETICO VINO D'ARTISTA

Newsletter

Iscriviti alla newsletter Pronema per rimanere
aggiornato sulle ultime novità:

In ottemperanza alla legge sulla privacy 2016/ 679 (GDPR) ti ricordiamo che in ogni momento puoi prendere visione dei tuoi dati, chiedere di modificarli o cancellarti dalla mailing list.