16 dicembre 2011

Vino d’artista: quello strano incrocio tra arte di strada e tradizione vinicola

Dal 2007 Pronema, con il progetto Vino d’artista, è promotore di un originale connubio: quello tra arte metropolitana e vino. Ogni anno Pronema seleziona un vino delle terre novaresi e commissiona ad un artista – scelto nel mondo della street art – l’ideazione di una tela che ne diviene etichetta. Si è creato nel tempo un originale percorso tra passato e presente lungo il quale scoprire preziosi frutti di antiche tradizioni contadine e nuove espressioni artistiche del territorio novarese.

Qui di seguito l’elenco di artisti e vini selezionati negli anni:

2011
L’artista: Simone Berrini
Classe 1977, nasce ad Angera sul lago Maggiore. Dopo il diploma presso il Liceo Artistico di Varese  si  laurea presso l’Accademia di Brera di Milano. Ad oggi numerose le esposizioni sia collettive che personali in Italia e all’estero. Diverse opere della sua serie “Anomàli” vengono pubblicate su riviste di Arte contemporanea e cataloghi specializzati tra i quali Meta e NuovaArte Mondadori. Nel 2009 si trasferisce per qualche tempo a New York dove ha modo di presentare il proprio lavoro presso la galleria Agora nel quartiere di Chelsea, nel cuore di Manhattan. Nel corso degli anni ha modo di approfondire il mondo dell’Arte in tutti i suoi aspetti, dal teatro alla musica passando per il cinema, il design e la fotografia. Le sue opere visive trattano una personale rivisitazione dell’uomo contemporaneo in modo parallelo attraverso l’illustrazione e la pittura. www.anomalibestiali.com

Il vino: Afrodite 2010 – Colline Novaresi Vespolina DOC
Imbottigliato per Pronema da Paride Chiovini – Viticoltore in Sizzano. “La qualità rappresenta per me un diritto comune. Un impegno che coltivo giorno per giorno. Conduco a Sizzano tre ettari di vigneti seguendo le tecniche di conduzione stabilite dal regolamento europeo di lotta integrata nel rispetto dell’ambiente, nelle varietà Nebbiolo, Uva rara e Vespolina. Quest’ultima, autoctono delle Colline Novaresi, vinificata in purezza, esprime tutta la sua eleganza nei profumi di frutta fresca con vivaci note speziate. Vino ideale da abbinare alla cucina tradizionale novarese come  il salame della duja e il fidighin. Esalta i sapori di panisca e carni bianche in umido. Servire a 18/20 °C. Salute”

2010
L’artista: Fabrizio BIXI Erbetta
Nasce nel 1962 a Borgomanero (Novara) dove vive e lavora. Negli anni ‘90 matura esperienze nel campo della grafica digitale. Nascono le prime opere pensate al computer e poi realizzate a colpi di pennello su supporti diversi. Realizza anche sculture in acciaio, alluminio e filo di ferro. Vincitore del concorso “Pittura fresca” per writers e muralisti. Presente al BAM (Biennale di Arte Moderna e Contemporanea del Piemonte) a Villa Giulia di Verbania, nel 2004, e alla collettiva allestita al Castello Sforzesco di Milano nel 2005. Pubblicato sul catalogo Rizzoli “13×17” curato da Philippe Daverio. Presente in “100 artisti, 100 opere” a Novara presso gli Archivio di Stato. Le sue opere sono silhouettes danzanti, forme e colori in perfetto equilibrio armonico e accattivanti combinazioni di tonalità e segni, ritratti silenziosi e casuali, lucertole immobili ai margini delle strade sui muri delle città.

Il vino: Agamium 2005 – Colline Novaresi Nebbiolo doc
Imbottigliato per Pronema da Antichi Vigneti di Cantalupo in Ghemme (Novara). Agamium è il nome latino di Ghemme da cui trae vita questo importante Nebbiolo. Struttura e finezza derivano dalla formidabile complessità del terroir ghemmense. Agamium esprime nei profumi e nel quadro gustativo l’eleganza del Nebbiolo impreziosito dall’equilibrato apporto del rovere. È un vino che esalta la ricchezza della cucina italica: dai salumi caldi, ai primi piatti saporiti, alle carni bianche e rosse, ai formaggi di buona stagionatura.

2009
L’artista: Fabrizio SEA Sarti
Nato a Varese nel 1977, la sua creatività si esprime dapprima attraverso il graffito murario. Negli anni la passione  si arricchisce  con lo studio di graphic design e, nel 2000, inizia a riversare l’esperienza, maturata in strada, su supporti più tradizionali, quali tele, tavole in legno ed anche capi di abbigliamento. La nuova dimensione artistica offre nuovo spazio ad un mondo dai toni pacati, popolato da simpatici personaggi, tanto cupi e stralunati quanto inconsapevolmente glamour. Oggi Fabrizio vive e lavora a Milano, dove prosegue la sua attività artistica con mostre e collaborazioni nei più svariati ambiti creativi.

Il vino: Primigenia 2007 – Colline Novaresi doc
Imbottigliato per Pronema da Antichi Vigneti di Cantalupo in Ghemme (Novara). Nebbiolo, Uva Rara e Vespolina vengono a creare l’orizzonte aromatico di questo vino nato in Ghemme. Le sue colline sono lo scrigno contenente le rocce del Monte Rosa, trascinate dal suo grande ghiacciaio: un suolo che esalta il bouquet. Primogenia è un messaggio augurale. È il nome della Fortuna, scritto su uno splendido cucchiaio d’argento d’età romana, emerso in Ghemme.

2008
L’artista: Chiara LA MEGA Todero
È una vera outsider nel panorama dell’arte italiana. Il critico d’arte dott. Igor Zanti così la descrive: “(…) sotto quelle apparenze un po’ bon ton e sotto quella laurea in architettura si nasconde una vera e propria Bad Girl”. Le sue opere colpiscono per la dimensione ironica e fantastica in cui personaggi improbabili ed ambigui si affacciano con atteggiamento distaccato, inconsapevole e svogliato. Emergono un gusto punk misto pop, una forte valenza grafica, una gamma cromatica evocativa e dai grandi contrasti.

Il vino: Colline Novaresi Barbera doc Campazzi
Imbottigliato per Pronema in tiratura limitata (800 pz.) dal viticoltore Francesco Brigatti – Suno (Novara) – Annata: 2007. Vitigni 100% Barbera per un vino affinato dieci mesi in barriques da 225 litri e in tonneaux da 500 litri di rovere. Caratteristiche organolettiche: colore rosso rubino intenso; profumi di ciliegia, lampone, mora, amarena e vaniglia.. Gusto: pulito, secco, intenso, di buon corpo e molto persistente.

2007
L’artista: Giovanni FRESH Magnoli
Cresciuto artisticamente negli ambienti dell’hip-hop milanese, fin dagli anni ‘80 i graffiti metropolitani sono la sua forma espressiva e filosofia di vita. Dal ‘95 porta su tela la tecnica affinata sui muri di strada, dando nuove forme a quei mondi sgargianti e surreali che popolano la sua fantasia.

Il vino: Colline Novaresi doc Vigna Motziflon
Imbottigliato per Pronema in tiratura limitata (1150 pz.) dal viticoltore Francesco Brigatti – Suno (Novara) – Annata: 2005. Le parole “Mot” (in dialetto locale sta indicare la collina) e “Ziflon” (il canto degli uccelli) danno il nome a un caratteristico vino novarese composto da: 70% Nebbiolo, 20% Uva Rara e 10% Vespolina.Affinato per diciotto mesi in botti di rovere di Slavonia e almeno altri sei in bottiglia. Ha ottenuto ottime recensioni sulle più autorevoli guide del settore e prestigiosi riconoscimenti internazionali tra cui:

  • Diploma di Merito al Concorso Enologico
  • Internazionale di Lubiana
  • Diploma di Medaglia d’Oro al Concorso
  • Enologico Internazionale di Pramaggiore
  • Diploma di Medaglia d’Argento al Concorso
  • Enologico Internazionale di Bratislava

Articolo di Barbara Martinotti
​Socio e fondatore di Pronema S.r.l. Si occupa dell'area amministrativa. Amante dei vini, è membro della Sezione Onav di Verbania. Ama lo sport, in particolare il running.

Iscriviti alla newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Pronema: nuovi prodotti, aggiornamenti normativi, iniziative e idee.