25

gennaio

2017


vino d'artista
vino d'artista

Nell’atelier di Giovanni “Fresh” Magnoli

nellatelier-di-giovanni-fresh-magnoli

Coste del Sesia DOC. Un vino ricavato da uve Nebbiolo, affinato quattro mesi in acciaio e dieci in botti di rovere di Slavonia.

25 gennaio 2017


Newsroom | 25 gennaio, 2017

Siamo stati nell’atelier Giovanni “Fresh” Magnoli a brindare al nuovo anno. Lui è un artista novarese che, fin dagli anni ’90, opera nel mondo del writing. Con la sua fantasia, anima un mondo popolato da soggetti grafici di forte riconoscibilità, come Daisy, una sontuosa margherita stilizzata che negli anni ha declinato in numerose varianti, anche su tele (ad oggi un centinaio tra cui una esposta nella nostra sede).

 

Giovanni è anche l’artista a cui Pronema, nel 2016, ha commissionato la creazione di un’opera per la collezione “Vino d’artista”, un’iniziativa che i nostri clienti hanno imparato a conoscere: ogni anno la nostra azienda sceglie un artista delle nostre zone a cui affidare l’ideazione un’opera che diventi etichetta di un vino del territorio locale.

 

Il vino scelto per l’occasione è un Coste del Sesia DOC, dell’azienda Travaglini di Gattinara (Vercelli). È un vino ricavato da uve Nebbiolo, affinato quattro mesi in acciaio e dieci in botti di rovere di Slavonia.

Articolo di Barbara Martinotti

Socio e fondatore di Pronema S.r.l. Si occupa dell'area amministrativa. Amante dei vini, è membro della Sezione Onav di Verbania.

Condividi la notizia