31 maggio 2017

Non è più necessaria l’autorizzazione paesaggistica per le tende da sole

Dal 6 aprile 2017, installare una tenda solare in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico è diventato più semplice.
Con l’entrata in vigore del D.P.R. 31/2017, l’installazione di tende parasole su terrazze, prospetti o spazi a uso privato, è esclusa dalla necessità di richiedere un’autorizzazione paesaggistica. Secondo il Decreto si tratta infatti di interventi di lieve entità. Diventano perciò liberi da permessi ambientali per chiunque voglia vivere gli spazi aperti come terrazzi, balconi e giardini, proteggendosi dal sole e dagli agenti atmosferici.

Rimane la necessità, a seconda della tipologia di protezione solare da installare e in base al Regolamento edilizio del Comune, di presentare una pratica presso l’Ufficio tecnico.

L’installazione di una tenda parasole ad esempio, è individuata come un intervento di manutenzione straordinaria, con funzione accessoria e temporanea e senza incidenza sullo sviluppo plano-volumetrico dell’immobile. Il Decreto Scia 2 (D.lgs. 222/2016) prescrive per questo tipo di interventi leggeri una semplice comunicazione al Comune (mediante la cosiddetta CILA) che permette l’avvio immediato dei lavori. Alcuni regolamenti condominiali, inoltre, stabiliscono l’utilizzo di sistemi di protezione solare dello stesso colore o modello a tutela del decoro architettonico dell’edifico.
Sistemi oscuranti come tapparelle e persiane non necessitano invece di alcun permesso, poiché rientrano tra gli interventi di manutenzione ordinaria.

Un discorso a parte meritano invece le pergotende. Nel loro caso è necessaria la presentazione di una Segnalazione certificata (SCIA) o l’ottenimento del Permesso di costruire, a seconda dei casi.

È utile ricordare che le schermature solari a protezione di superfici vetrate proposte da Pronema godono dell’agevolazione fiscale sul risparmio energetico che permette la detrazione di una buona parte delle spese sostenute: fornitura, posa in opera e spese professionali per l’ottenimento dei permessi autorizzativi.
Le schermature solari sono state infatti individuate come efficace soluzione per ridurre le spese energetiche sostenute per il raffrescamento dei nostri spazi abitativi, che avviene tipicamente mediante i condizionatori d’aria.

Per saperne di più sul recupero fiscale delle tende da sole Pronema potete visitare il nostro sito dedicato gli ecobonus.


Articolo di Alessandro Palazzo
​Architetto. Consulente energetico CasaClima, esperto in riqualificazione energetica degli edifici. È professore presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano. Dal 2010 è tra i consulenti della Commissione Europea per il JRC Centro Comune di Ricerca di Ispra (Varese).

Iscriviti alla newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Pronema: nuovi prodotti, aggiornamenti normativi, iniziative e idee.